I pidocchi in 4 mosse

0
224

I figli vanno a scuola ed è normale che, stando a contatto con tanti altri bambini, in ambienti ristretti, cadano vittime di malattie virali e, naturalmente, dei pidocchi.

Leggi anche: come eliminare i pidocchi

Difficili da individuare, se non con un’attenta osservazione, preferiscono stabilirsi dove ritengono facile trovare nutrimento e proliferare. Il nutrimento di questo parassita è il sangue e, di conseguenza, cercherà di trovarne ovunque sia facile e poco dispendioso. Quale miglior posto di una scuola per trovare ciò che cerca? In generale qualsiasi luogo affollato che permetta loro di trasferirsi e proliferare è il loro ambiente ideale d’infestazione. Possiamo quindi pensare, oltre alle scuole, ai treni, agli ospedali, agli autobus, ai centri commerciali e via discorrendo.

Basta solo nominare la parola “pidocchi” che qualsiasi mamma con bambini piccoli si faccia prendere dal panico e, se non accade, significa che non ha mai dovuto affrontare la situazione, fino ad ora.

Eliminare i pidocchi non è complicato ma a far accapponar la pelle, almeno a chi già ci è passato, è l’enorme fatica nel mettere in pratica alcune regolette semplici ma lunghe e faticose.

I pidocchi non sono molto resistenti, per cui una volta allontanati dal cuoio capelluto hanno circa 24 ore di vita.

Come individuarli?

Si presentano come piccoli parassiti dal colore variabile dal bianco al grigio, a seconda degli stadi di crescita. Chiunque può prenderli, non solo i bambini ma questi ultimi sono i principali vettori di diffusione.

Nella foto potete osservare da vicino come si presentano.

Come ci si accorge della loro presenza?

Questo parassita provoca immediatamente un arrossamento della cute, soprattutto nelle zone della nuca e delle orecchie e un forte prurito su tutta la testa, specie dopo il primo dischiudersi delle uova. Il prurito si avverte maggiormente di notte, quando il parassita si sente protetto dal buio, iniziando a cercare il nutrimento necessario per mantenersi in vita durante il giorno quando, col favore della luce, potrebbe essere individuato e quindi si nasconde, come detto, dietro le orecchie e sotto i capelli, soprattutto quelli della nuca.

Cosa si deve fare?

Vi descriviamo i 4 passaggi fondamentali da seguire in scrupoloso ordine cronologico.

Primo passaggio

riconoscere pidocchi lendiniMunirsi di un pettinino a denti stretti e, nel caso, di una piccola lente d’ingrandimento (entrambi reperibili in farmacia) per osservare la testa di vostro figlio. Nonostante i denti del pettine sia composto da denti stretti e fitti noterete che, nel caso di peduncolosi, farete fatica a staccare le uova (di forma tonda e colore bianco opalescente). Le uova si trovano generalmente a breve distanza dal cuoio capelluto ma, in stadi avanzati d’infestazione, potreste trovarne più di una in fila sullo stesso capello. In questo caso, oltre le uova, inizierete a trovare, grazie al pettinino, i veri e propri pidocchi che, una volta schiuse le uova, assumono un colore marrone/grigio scuro.

Secondo passaggio

Procurarsi un antiparassitario specifico e, possibilmente a base di permetrina, piretrine naturali sinergizzate, malathion e dimeticone. Sostanze che si sono dimostrate molto efficaci.
Applicare il prodotto seguendo le raccomandazioni suggerite dal produttore e, in ogni caso, vi suggeriamo di consultare anche il vostro pediatra, verificando con lui quale sia il prodotto più adatto a vostro figlio.

Terzo passaggio

Ripetere il primo, e se necessario, anche il secondo passaggio, su tutti i membri della famiglia e, nel caso, anche sugli animali domestici, se vengono in contatto col bambino.

Quarto passaggio

Qui inizia il processo più lungo e faticoso per mamme e papà. È necessario lavare tutti i tessuti che sono stati a contatto con vostro figlio, a una temperatura di almeno 60°: lenzuola, copricapi, pigiamo, vestiti, coperte, cuscini, copri divano, ect., compresi quelli che voi avete indossato mentre stavate procedendo alle prime due fasi.

Ogni accessorio che avete utilizzato nella prima fase di osservazione deve essere lavato in acqua bollente con del sapone e lasciare il tutto a mollo per almeno 60 minuti.
Tutto ciò che è venuto a contatto col bambino e può essere veicolo ma non può essere lavato, deve essere chiuso in buste di plastica e lasciato fuori dalla portata dei bambini per almeno 15 giorni. Quindi peluche e giocattoli vari.

N.B. Dopo circa dieci giorni sarà necessario ripetere la prima fase di osservazione, per scongiurare una schiusa di uova eventualmente sfuggite al primo passaggio. Nel caso troviate nuove uova o pidocchi, dovrete ripetere tutto da capo.

Nessuno ha detto che fosse rapido, solo facile da fare, se si seguono le indicazioni nell’ordine indicato e scrupolosamente.

Per tranquillizzarvi e, soprattutto per tutelare i vostri figli dalle dicerie, dovete sapere che il luogo preferito su cui i pidocchi proliferano è quello dove i capelli sono puliti, a volte anche lavati troppo spesso e, soprattutto, amano i soggetti con capelli chiari e sottili. I pidocchi inoltre non saltano, quindi perché ci sia uno scambio, è necessario il contatto diretto con persone o indumenti colonizzati.

Per questi motivi dovete impegnarvi a insegnare ai vostri figli che non è igienico, e non solo per la peduncolosi, scambiarsi indumenti e copricapi con gli altri bambini.

La disinfestazione dei luoghi scolastici sono pressoché inutili, perché questi parassiti comunque non sopravvivono più di 24 ore al di fuori del loro campo di azione, non potendo avere il nutrimento di cui hanno bisogno.

Articoli correlati:

Come mantenere giovane la pelle
La prima parte del nostro corpo a subire i segni dell'invecchiamento è la pelle,naturalmente la si può prevenire curandola a dovere.
Come pulire i filtri del climatizzatore
Una breve ed utile guida su Come pulire i filtri del climatizzatore senza ricorrere all'assistenza di un esperto e senza spendere soldi inutilmente.
Come organizzare feste private
L'organizzazione di feste private non deve essere presa sottogamba. Le location più adatte sono sicuramente i locali, in cui è possibile organizzare eventi a po...
Come organizzare una festa
Per organizzare una festa senza balli, quindi con sola musica in sottofondo, non si hanno particolari obblighi di legge e di tasse, come scritto in questo artic...
Idee per il regalo di Laurea
Idee regalo per una laurea: cosa regalare al neo laureato? In questo articolo vi proponiamo una serie di idee datte, e adattabili, a chiunque. Il regalo in ...
Idee festa di Laurea
Idee festa di laurea: idee originali per la festa, consigli, suggerimenti per organizzare la tua festa di laurea senza scordare nulla, leggi qui!
Come realizzare un costume da carnevale da sushi in casa
Come eliminare gli scarafaggi in casa
Gli scarafaggi in casa non sono certamente una presenza piacevole. Eliminare gli scarafaggi è importante soprattutto per la salute.
SHARE
Previous articleCome eliminare gli scarafaggi in casa
Redazione
Un portale dedicato alla donna, per parlare di viaggi, bellezza, benessere, salute, del rapporto col tuo lui, di hobby, ricette e tanto tanto altro ancora

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here