Il Ritaglio nel découpage | Clara Tramontano

0
1832

Il découpage ha avuto il suo momento di gloria nei primi anni del 2000 per poi avere in lieve calo ai giorni nostri. Tutti hanno, nella vita fatto almeno un “lavoretto” a découpage. Anche nella scuola, oggi, si propongono attività che riguardano questa arte. Si, dico Arte ed anche con la lettera maiuscola!!!

Il découpage nasce in Italia , nonostante il nome francese. Una tecnica del 700, o anche prima , inventata dai maestri ebanisti veneziani per imitare i mobili di fattura orientale molto costosi e difficili da importare. Questi realizzavano i mobili in legno quindi incollavano riproduzioni di stampe orientali e li annegavano in Sandracca o gommalacca fino a far scomparire lo scalino della carta.

Su alcuni siti si trovano mobili realizzati in questo modo che raggiungono prezzi altissimi trai 30.000 e i 40.000 euro non restaurati. Ma oggi cosa resta di quella antica arte “dell’ inganno”? La maestria di ingannare l’occhio!
Nel découpage classico, quello cioè senza effetti metrici, senza tridimensionali la differenza sostanziale la fa la precisione del ritaglio e il prefetto annegamento dell’immagine.

Oggi parliamo di ritaglio

il-ritaglio-nel-decoupage1Molto eminenti Maestri di questa arte hanno scritto pagine e pagine sulla tecnica del ritaglio che io voglio rendere in poche parole: sensibilità, esercizio!
Per sensibilità intendo la capacità di tagliare in modo armonioso un ritaglio, riuscire a effettuare una composizione con la mente, tagliare e riassemblare il soggetto per adattarlo a una forma, ridimensionarlo… La sensibilità è individuale, su può affinare, si coltiva, ma è l’esercizio che fa la differenza!

il-ritaglio-nel-decoupage2Il ritaglio può essere lineare, piumato, curvo, creativo, negativo… Dipende da cosa si sta ritagliando e su quale superficie si deve adattare! Ma una è la regola importante: quando ritagliate, per essere sicuri che il vostro ritaglio si a perfetto giratelo al rovescio , se anche al negativo risulterà ben visibile e armonioso allora è un ritaglio eseguito ad arte se presenterà degli spigoli, se non si coglieranno i particolari del profilo vorrà dire che il vostro ritaglio è un pò grossolano, e solo l’esercizio potrà migliorarlo!

il-ritaglio-nel-decoupage3Quindi …. Ritagliate, provate, cercate di entrare in tutti gli anfratti, spigoli e insenature del vostro disegno!
Per la scelta degli strumenti…. Questo è un argomento molto soggettivo. Conosco artiste che tagliano con le forbici da carta… Quelle normali, grandi. Artiste che tagliano solo con il cutter su tappetino da taglio. Altre che usano entrambi i metodi, ma la maggior parte dei découpeurs usa le forbicine a lama curva o dritta secondo la propria preferenza.
Io, essendo mancina, ho avuto qualche problema a trovare una forbicina adatta alla mie esigenze e la custodisco gelosamente.

il-ritaglio-nel-decoupage4Ma il taglio della carta non è così semplice! Il nemico più grande di un découpeur è lo spessore della carta che si sta utilizzando…. È il perfetto annegamento che fa la differenza tra un oggetto bello e uno splendido! Quindi ci sono dei trucchi che si possono metter in pratica per fare in modo che lo spessore venga attenuato ,anche se di pochissimo, utilizzando le forbici in modo intelligente! Basta inclinare le lame in modo tale che il taglio non sia dritto ma leggermente inclinato verso il retro della carta. Lo spessore della carta verrà ridotto da questo taglio angolato e una volta incollato il ritaglio sarà più facile annegarlo sotto la vernice.

il-ritaglio-nel-decoupage5Ma il soggetto da incollare non necessariamente deve essere tagliato nei minimi dettagli come ad esempio nei ritocchi pittorici, nelle espansioni pittoriche del ritaglio e qui la carta verrà strappata lungo il perimetro ma avendo cura di stappare in modo che la parte stampata venga sul davanti e quella da eliminare vada verso il retro in questo modo la carta si sfrangerà lasciando solo pochissimo spessore che verrà eliminato con pochissime mani di vernice.

il-ritaglio-nel-decoupage6Questi discorsi valgono non solo per la carta ma anche per tovagliolo e carta di riso! Non sempre i soggetto che scegliamo hanno uno sfondo che ci piace o che si abbini al resto della composizione, anche qui la capacità di ritagliare diventa importante, ma si utilizzerà prevalentemente la forbice.

Ci sono altri trucchi per ritagliare il vostro soggetto e rendere la finitura più semplice…. Ma le scopriremo insieme nei progetti passo passo che pubblicheremo.

E il prossimo argomento?….. Che ne dite delle colle?

A presto!

Clara Tramontano




Articoli correlati:

Progetto di Découpage per Souvenir Greco di Clara Tramontano
MATERIALE OCCORRENTE PER IL DECOUPAGE ovale in terracotta Gesso acrilico Colori acrilici giallo chiaro, beige, verde chiaro, verde scuro, blu, bianco, r...
Scatola shabby style per la festa della mamma di Roberta Marone - Découpage pittorico
Realizzazione passo passo di una scatola in stile shabby con la tecnica del découpage pittorico, realizzata per noi da Roberta Marone
Piatto liberty con step fotografico di Adele Marano - Découpage
Piatto di vetro decorato in stile liberty realizzato con la tecnica del découpage
Sospeso Trasparente di Annamaria Quadretti: Uovo di Pasqua Decorato
Sospeso Trasparente: uovo di Pasqua Decorato con Tecnica del Sospeso Trasparente realizzato da Annamaria Quadretti per lcdm.it in passo passo
Découpage su tela: | Tela di Maggio di Clara Tramontano
Découpage su tela: In esclusiva per lcdm.it un progetto passo a passo di découpage su tela di Clara tramontano
Sospeso trasparente | Fiori di pesco e di ciliegio di Ketty Petti
Sospeso trasparente: i colori della primavera, gli alberi, i fiori, i prati e i giardini. Fior di pesco e di ciliegio nel sospeso trasparente di Ketty Petti
Lavagna Country Orsa Smemorina di La Soffitta di MiDa
Progetto: Lavagna country “Orsa smemorina” La Soffitta di MiDa ha realizzato in esclusiva per noi questo progetto e ringraziamo Michela e Daniela per aver ...
Découpage di un vaso con ramo di ciliegio | Découpage
Découpage su vaso di vetro di un ramo di ciliegio. Ottimo progetto tutorial passo a passo di Clara Tramontano

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here