Il Vetro | Découpage | Le creazioni delle mani

materiali-da-decoupage-vetro

IL VETRO NEL DECOUPAGE

A prima vista potrebbe sembrare tutto uguale, trasparente di forme e dimensioni diverse, ma vi sono vari tipi di supporti in vetro. I piatti creati per la decorazione hanno forme particolari, sono leggermente azzurrati e non hanno la classica forma del fondo che hanno, invece, i piatti per mangiare. Se ne trovano di vari prezzi a seconda anche del livello di ” purezza” del vetro stesso!

Se osservate attentamente i vari supporti troverete infatti bollicine , rigature che rendono il supporto meno pregiato perché imperfetto. Quelli di maggior prezzo sono quasi privi di imperfezioni, ma il top si raggiunge con i pezzi in cristallo, opere d’arte già così, al naturale.

I piatti per uso alimentare, quelli, per intenderci, che troviamo nel reparto casalinghi, hanno una forma più marcata del fondo e soprattutto, presentano una serie di rigature concentriche sul fondo stesso, dovute , probabilmente, alla colatura del vetro fuso negli stampi. Sono più incolore degli altri più o meno sottili. OTTIMI per imparare a lavorare, perché economici e versatili.

Ma come prepararli al meglio?

Personalmente , dopo aver eliminato eventuali etichette li metto in lavastoviglie, questo passaggio mi permette di stabilire se il supporto è ” integro” nel senso che se vi fossero lesioni, anche piccolissime, il caldo del processo di lavatura, le evidenzierebbe.
Successivamente le pulisco con alcool e un panno carta, che non lasci pelucchi, e da quel momento cerco di maneggiarlo il meno possibile per evitare di lasciare impronte o residui grassi sul supporto.

Come decidere se effettuare un lavoro sopra o sotto vetro o misto?

In genere ci si regola in base alla trasparenza, alla ” purezza” del supporto stesso.

Se il piatto è perfetto, la soluzione più giusta è realizzare un sotto vetro con una tecnica a scelta.

Se il piatto è molto azzurrato, ma ” puro”, opterei per un sottovetro con colori che non vengano falsati da tale colore o comunque colori netti, ben distinguibili tra di loro, eviterei la tecnica mista ( sotto- sopra vetro) perché, anche se si usano gli stessi colori, il ritaglio applicato sopra il vetro risulterà di colore diverso rispetto a quello posizionato sotto.

Se il piatto presenta solo qualche imperfezione, camuffabile, posso intervenire con un sotto- sopra vetro per occultare proprio quei punti in cui le imperfezioni sono più visibili oppure realizzare un fondo che inganni la vista e che renda invisibili le imperfezioni.

Se vogliamo realizzare un lavoro su vetro sarà opportuno trattare il supporto con un aggrappante ( ovviamente se non si usa una carta di riso come sfondo). Sulla marca dell’aggrappante non voglio influenzarvi, ve ne sono di varie e a loro modo sono tutte affidabili. Vi dirò solo che quando voglio lavorare sottovetro con gli acrilici, per creare un fondo, ho due alternative: una spruzzata di Vernice satinata o una spugnatura veloce con lacca decerata ( entrambe da fare asciugare molto) questo, da prove fatte, mi da la possibilità di lavorare con gli acrilici in tranquillità, e l’opacità che deriva da questo passaggio viene annullata dalla vernice che darete alla fine.

Spero che questi suggerimenti possano esservi d’aiuto.

A presto!

Clara Tramontano