La zucca

0
4

La zucca è uno degli ortaggi che in questo periodo iniziano a comparire sulle tavole degli italiani. Specialmente negli ultimi anni, in tal senso, il suo consumo sembra essere diventato ancora più frequente, sia a causa dei numerosi modi con cui essa può essere preparata (ad esempio sotto forma di risotto o lessata), sia per la conoscenza delle proprietà nutrizionali che sono state sempre più approfonditamente descritte.

La zucca appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee e le varietà di questo ortaggio differiscono tra loro per dimensioni (tendenti comunque allo sferico) e per colore (prevalentemente giallo-arancio). Anche la buccia può essere variabile, in quanto può essere sia liscia che rugosa.

I valori nutrizionali della zucca sono piuttosto rilevanti, in quanto essa rappresenta un’ottima fonte di vitamina A (utile fondamentalmente per la rigenerazione cellulare, soprattutto a livello epiteliale, e la funzione visiva, specie di notte), ma anche di sostanze antiossidanti e sali minerali, tra i quali si ricordi soprattutto il potassio.

La digeribilità della zucca è piuttosto elevata, a meno che non si prepari in un modo eccessivamente pesante, in quanto essa è in grado di assorbire abbondantemente i condimenti grassi. In questo caso,quindi, oltre che risultare di difficile digestione, si rivela piuttosto ipercalorica. Se consumata invece dopo una cottura leggera, o comunque poco grassa, la zucca apporta un modesto quantitativo calorico.

Inoltre la zucca possiede proprietà lassative, diuretiche e rinfrescanti.