Intervista a Emilia Gais e Angela Savastano di WEM Eventi

0
577

WEM Eventi

Prima di tutto, grazie a EMILIA GAIS & ANGELA SAVASTANO di WEM Eventi, per averci concesso il loro tempo per questa intervista.

1. Come avete maturato l'idea di diventare un'agenzia wedding planner?

La nostra attività come wedding planners è iniziata nel 2008 con l’organizzazione di eventi privati di carattere famigliare e piccoli eventi legati alle nostre conoscenze.

Dopo qualche successo iniziale abbiamo scelto di rivolgerci a delle scuole di esperti come Enzo Miccio e l’accademia degli eventi a Roma, per apprendere e intensificare delle conoscenze legate al mondo wedding e abbandonare il lavoro di carattere “ familiare”.

Abbiamo così scelto nel 2010 di aprire una nostra agenzia a Portici che potesse diventare un punto di riferimento per le spose e non solo del vesuviano e che ci consentisse di acquisire maggiore impatto anche con i partner e fornitori.

2. I fornitori: come scegliete i fornitori? Avete dei fornitori fiduciari o li scegliete di volta in volta, a seconda delle esigenze delle coppie?

La scelta dei fornitori per i nostri eventi è un punto chiave del nostro lavoro.

Abbiamo i nostri partner di fiducia a cui riusciamo a delegare con facilità alcuni aspetti del nostro lavoro certe del risultato. Fioraio, allestitore e atelier sono per noi parte integrante dell’equipe Wem e diventa cruciale avere con loro un rapporto di reciproca fiducia e rispetto del ruolo.

Siamo ovviamente pronte a valutare con gli sposi alternative e o fornitori complementari conoscendo ovviamente i punti di forza e le peculiarità di ognuno. Il nostro è un lavoro di squadra e cerchiamo sempre di trovare chi come noi ha a cuore il successo dell’evento

3. Mediamente, di quanti matrimoni vi occupa in un mese?

Una statistica annuale dei matrimoni risulta per noi complessa da stilare.

Il periodo che va da Maggio a Settembre ci impegna molto, con una media che oscilla tra i 7 e i 12 matrimoni mensili, la parte restante dell’anno è volta maggiormente alla progettazione dell’evento, ed è occupata da eventi fieristici,sfilate,feste di compleanno e tanto altro.

4. Avete stabilito un numero massimo d'impegni per poter dedicare le giuste attenzioni alle coppie?

La fortuna di essere due wedding planner, e di avere un team coeso, ci consente di dedicare il tempo e l’energia necessaria alle coppie che si affidano a noi.

Siamo facilitate dalla progettazione, di solito a lungo termine, di un evento. Gli sposi si recano da noi mediamente 12-9 mesi prima della data e questo ci consente di lavorare con serenità e nei tempi giusti.

5. Che tipo di Agenzia siete? Come vi definireste nel rapporto con le coppie?

Ci piace definire la nostra agenzia come il punto di partenza per realizzare il proprio sogno.

Le coppie quando entrano da noi devono sentirsi in un ambiente confortevole e familiare così da poter esprimere al meglio desideri e progetti. Ascoltiamo molto le coppie, i loro gusti, le affinità e i punti di contrasto per creare un’ equilibro che possa rendere felici entrambi.

Il nostro numero è a loro disposizione 24h anche solo per inviare la foto di un decoro di loro interesse. Il giorno del matrimonio partecipiamo attivamente all’evento ed entrambi trovano in noi il riferimento e il supporto.

6. Lavorate singolarmente o in team?

Lavoriamo generalmente in team. Ci piace essere entrambe presenti all’evento per dividerci così tra gli spazi e la gestione della timeline.

Il lavoro in team ci consente di essere in chiesa , dalla sposa e alla location per verificare i preparativi nello stesso momento, non trascurando in questo modo mai gli sposi o gli elementi importanti.

7. Cosa offrite agli sposi? Indicativamente, quanto può costare un servizio di base e cosa comprende?

Agli sposi offriamo molteplici soluzioni. Da noi posso sviluppare l’intero evento o affidarsi a noi per i singoli servizi.

Ci piace lavorare con un budget da loro stanziato, orientando gli sforzi economici verso ciò che ritengono essenziale.

Grandi budget così come modesti possono portare un risultato eccellente allo stesso modo.

8. Vi è mai capitato di rifiutare un incarico? Perché?

Non abbiamo mai rifiutato un incarico. Fortunatamente abbiamo sempre trovato clienti che hanno rispettato la nostra professionalità e seguito con fiducia le nostre indicazioni.

L’empatia e il rispetto, nel nostro lavoro, sono fondamentali ma la nostra priorità è trasmettere la nostra passione e il nostro lavoro come staff dell’evento e non come protagoniste.

9. Cosa consigliereste alle coppie che sono riluttanti a rivolgersi ai wedding planners?

Spesso ci capitano coppie che, per esperienze passate o poca informazione, non hanno fiducia nel nostro lavoro.

Il nostro è un servizio aggiuntivo e non un costo e teniamo sempre a specificarlo. Da noi trovano passione, professionalità e una rete di fornitori e partner che possono offrire un panorama variegato di servizi.

La scelta è degli sposi e questa è per noi la priorità. Ci definiamo uno staff di supporto e coloro che possono aiutare nell’organizzare e far vivere serenamente il giorno del si.

10. Qual'è la prima domanda che vi fa una coppia quando si rivolge a voi?

La prima domanda in assoluto è: come funziona? In cosa potete aiutarmi?

Implicita in questa domanda c’è anche la riflessione su un costo che può avere il nostro servizio.

Una domanda così schietta aiuta noi a mettere fin da subito le carte in tavola e a far notare che rivolgersi a noi può essere un valore aggiunto.

Portici, NA
Corso Garibaldi, 31

Contatti

info@wemeventi.it

11. Quanto tempo prima dell'evento una coppia dovrebbe rivolgersi a un wedding planner?

Noi consigliamo 10 mesi prima. Al di là della ricerca della location, della selezione dei fornitori e dei vari momenti di incontro e pianificazione, sono lunghe le pratiche burocratiche e la gestione e scelta di molti dei particolari apparentemente più semplici: partecipazioni, invitati, tema, colore.

12. C'è un matrimonio che ricordate in particolare?

Ovviamente il primo. Lo ricordiamo per l’affetto e la fiducia che gli sposi hanno avuto in noi nonostante fosse il nostro primo evento.

Lì sono state forti le emozioni e la gratificazione che ci ha motivato a crescere e ad andare avanti in questo progetto.

13. Qual'è la richiesta più strana che vi hanno fatto? Li avete accontentati o avete fatto delle proposte alternative?

Le richieste che ci vengono fatte, a meno che troppo azzardate, come sviluppare un evento in barca a vela per un evento in mare aperto in Gennaio augurandoci mare e clima e perfetto, non sono mai irrealizzabili.

Alcune incontrano il nostro gusto e altre meno ma l’ultima parola è sempre degli sposi. Il nostro ruolo è consigliare e proporre alternative valide e che siano coerenti con l’intero evento.

14. Come ultima domanda vorremmo chiedervi se siete sempre presenti ai matrimoni che organizzate o capita di delegare per i troppi impegni presi nello stesso giorno?

Siamo sempre presenti. Non prendiamo mai più di 2 matrimoni nella stessa giornata così da poterci dividere ma garantire la presenza almeno di una di noi all’evento.

Il nostro lavoro è basato sulla fiducia e non lasceremmo mai i nostri sposi ad un team se pur fidato che non conoscono o in cui non si rivedono. La nostra più grande gratificazione e vedere il loro sorriso quel giorno e incrociare uno sguardo scorgendo un grazie. Non potremmo mai perderlo.

5. Che tipo di Agenzia siete? Come vi definireste nel rapporto con le coppie?

Ci piace definire la nostra agenzia come il punto di partenza per realizzare il proprio sogno.

Le coppie quando entrano da noi devono sentirsi in un ambiente confortevole e familiare così da poter esprimere al meglio desideri e progetti. Ascoltiamo molto le coppie, i loro gusti, le affinità e i punti di contrasto per creare un’ equilibro che possa rendere felici entrambi.

Il nostro numero è a loro disposizione 24h anche solo per inviare la foto di un decoro di loro interesse. Il giorno del matrimonio partecipiamo attivamente all’evento ed entrambi trovano in noi il riferimento e il supporto.

Ringraziamo nuovamente la WEM Eventi per averci concesso questa intervista.

Se avete altre domande da porre o curiosità da sciogliere, commentate qui sotto e non mancheremo di aggiungerle alle nostre interviste. Iscrivetevi alla nostra newsletter per non perdere le altre interviste che inseriremo a breve.

Se avete trovato utile quest’intervista v’invitiamo a diffonderla attraverso i pulsanti di condivisione.

Grazie!