Il lavoro da casa è sostenibile?

Il lavoro da casa è sostenibile?

Una transizione al telelavoro non ridurrà le emissioni a meno che non rendiamo fattibili stili di vita senza auto

Anche prima della pandemia, la percentuale di persone che lavoravano da casa stava aumentando lentamente ma costantemente. Ma COVID-19 ha messo la pratica in hyperdrive. Al di sotto di un picco di aprile di circa il 47% nel Regno Unito, rapporti recenti suggeriscono che il 20% di coloro che hanno un impiego lavora ancora esclusivamente da casa, e molti altri continuano a farlo almeno qualche volta.

telelavoro possibile e sostenibile senza auto

I vantaggi della riduzione dei costi di ufficio – e la consapevolezza che il personale è effettivamente abbastanza produttivo a casa – ha portato molte grandi aziende tecnologiche a incoraggiare i propri dipendenti a continuare a lavorare da casa, forse a tempo indeterminato.

Secondo quanto riferito, fino al 90% di coloro che hanno lavorato da casa durante la pandemia si sono convertiti al “telelavoro”, preferendo continuare a lavorare a distanza almeno per un po’ di tempo. Questi sono solo alcuni dei segnali più importanti che molti lavoratori potrebbero rinunciare per sempre al vero pendolarismo, mentre altri dovrebbero spostarsi molto meno spesso.

Quindi, questo cambiamento sismico nella nostra cultura del lavoro è una buona notizia per l’ambiente? Meno pendolarismo significa meno traffico e quindi meno emissioni di carbonio?

Ebbene, nonostante le immagini satellitari rivelino rapide riduzioni dell’inquinamento atmosferico durante i blocchi in tutto il mondo, più persone che passano al telelavoro per sempre non significa necessariamente ridurre le emissioni di carbonio dai trasporti.

La nostra ricerca ha rivelato che, sebbene i telelavoratori viaggino meno frequentemente per lavoro, hanno la tendenza a viaggiare più spesso per altri motivi.

Google: ricerca per “telelavoro” nel Regno Unito, 2016-2020

Google: ricerca per

Come si confrontano i modelli di viaggio

Abbiamo analizzato poco meno di 1 milione di viaggi utilizzando tutti i modi di trasporto registrati nei registri di viaggio compilati da oltre 50.000 lavoratori in Inghilterra tra il 2009 e il 2016, nell’ambito del National Travel Survey annuale del governo. Abbiamo scoperto che coloro che affermavano di lavorare di solito da casa almeno una volta alla settimana facevano in media 19 viaggi a settimana, solo uno in meno rispetto ai normali pendolari.

Invece di andare a lavorare, erano più propensi a portare i bambini a scuola, dare ascensori ad amici o familiari, fare la spesa e sbrigare altre commissioni. Hanno anche utilizzato il tempo risparmiato dal pendolarismo per godersi le attività del tempo libero più spesso delle loro controparti che si spostano regolarmente, magari andando in un bar o a una lezione di yoga. Questi viaggi non erano necessariamente tutti in macchina, ma la maggior parte lo era.

Gli studi hanno scoperto che coloro che lavorano da casa tendono a vivere più lontano dal loro datore di lavoro e quindi accumulano più chilometri quando si recano al lavoro.

Studi precedenti hanno scoperto che coloro che lavorano da casa tendono anche a vivere più lontano dal loro datore di lavoro e quindi accumulano più chilometri quando si recano al lavoro. I telelavoratori regolari hanno maggiori probabilità di vivere in piccole città e periferie, piuttosto che nei centri urbani. Nel Regno Unito, tali luoghi dipendono spesso dall’auto, mancano dei servizi di trasporto pubblico locale e dei servizi di base raggiungibili a piedi o in bicicletta.

Alcune di queste città e periferie hanno linee ferroviarie in città e, prima della pandemia, è probabile che alcuni telelavoratori part-time usassero il treno quando si avventuravano nel lavoro. La nostra ricerca ha scoperto che il lavoro a distanza e il pendolarismo in treno erano gli unici due mezzi per accedere al lavoro che stavano aumentando in Inghilterra al di fuori di Londra.

Ma la maggior parte dei pendolari guida ancora e COVID-19 ha significato che la paura di lunghi periodi sui trasporti pubblici impedisce questo cambiamento in tempi brevi.

Il sobborgo di 15 minuti

La pandemia ha accelerato non solo la transizione al telelavoro, ma anche la corsa all’acquisto di case con giardino al di fuori delle aree urbane densamente popolate e più lontane dalla sede centrale. Sebbene i vantaggi dello stile di vita possano essere chiari, i luoghi in cui le persone si trasferiscono saranno anche più lontani dalla gamma di negozi e servizi nei centri cittadini. Non c’è da meravigliarsi che le persone nel settore dell’ospitalità e della vendita al dettaglio, i cui modelli di business dipendono dagli impiegati, siano preoccupate.

Il piano “città in 15 minuti”, in cui le persone possono soddisfare i loro bisogni di base senza camminare per più di 15 minuti da casa, potrebbe funzionare anche per città e periferie.

Spostamento casa-lavoro in massimo 15 minuti

Secondo quanto riferito, le strade principali nelle cittadine, nelle città e nei sobborghi più piccoli hanno prestazioni piuttosto migliori. È perché vengono visitati da tutte le altre persone che lavorano da casa? In tal caso, ce ne sono abbastanza di questi luoghi e sono posizionati in modo che le persone possano raggiungerli a piedi? Hanno tutti i servizi di cui le persone hanno bisogno?

Forse il piano “città di 15 minuti”, sostenuto dal sindaco di Parigi Anne Hidalgo, in cui le persone possono soddisfare i loro bisogni di base senza camminare per più di 15 minuti da casa, potrebbe funzionare anche per le città e le periferie.

Se l’aumento del telelavoro e la riduzione delle emissioni dei trasporti devono essere un rivestimento d’argento della pandemia, la nostra ricerca mostra che i pianificatori dei trasporti e dell’uso del suolo devono concentrarsi maggiormente sul garantire che scuole, negozi, parchi e comunità e centri ricreativi siano accessibili a piedi o in bicicletta per gente del posto.

I telelavoratori, specialmente quelli che lavorano esclusivamente da casa, potrebbero non doversi preoccupare di passare a un pendolarismo senza auto, ma semmai avranno bisogno di ancora più aiuto per costruire uno stile di vita senza auto.

Questo ci permetterebbe di risparmiare il giusto per poterci permettere un tour Roma Firenze con conducente

Scopri come Amazon sta diventando sempre più sostenibile in questo articolo. CLICCA QUI

 

Shopping Amazon